Chi sono?

Ciao, sono Sara Bonamici sono una creativa, una fotografa, mi piace viaggiare, fare sport ,amo la natura e gli animali.

Sono nata a Varese trentaquattro anni fà ma vivo da dieci anni in Emilia Romagna, in provincia di Cesena in un piccolo paese di collina Sarsina. Da sempre lavoro nella ristorazione come cameriera in un albergo-ristorante ma nel “tempo libero” porto avanti la mia passione per la fotografia.

Mi avvicino al mondo della fotografia da bambina grazie a un regalo che mi è stato fatto da mio nonno, era una macchina fotografica analogica che lui non usava più, ne aveva molte… Inizio subito a fare le prime fotografie, i primi esperimenti e da quel momento non ho più smesso.

Sono un’autodidatta , leggo riviste , libri , faccio corsi di fotografia sia in presenza che on-line .

Anche in questo momento sto seguendo Venice il corso di fotografia e comunicazione di Irene Ferri.

Durante il Lockdown del 2020 ho aperto questo blog e da lì a poco ho avuto la possibilità di partecipare a mostre collettive , eventi e organizzare una mostra personale nel mio paese :

Solitudini in mostra Milano 2020.

La prima mostra multimediale sulla quarantena le cui opere sono state prodotte nei momenti di solitudine forzata degli artisti. Le opere provenienti da tutta Europa sono state esposte dal 5 giugno 2020 fino al termine della pandemia al Tempio del Futuro Perduto Milano.

THE CHANGE.

Mostra online sulla piattaforma Kunst Matrix dal 28 gennaio al 28 febbraio 2021.

“Il cambiamento è l’alternarsi tra paura e movimento, tra riflessioni ed energia attiva in un equilibrio sempre precario in cui la natura è l’elemento di riconciliazione”

Vialetto degli Artisti Milano Marittima 2021.

II progetto ha l’obbiettivo di offrire spazio e visibilità alle nuove realtà artigianali e alle attuali proposte di stilisti, designer e artisti emergenti. Esposizione fotografica dal 18 al 20 giugno 2021 Milano Marittima.

Personale fotografica presso la Sala mostre del Ufficio Turistico di Sarsina dal 28 gennaio al 11 febbraio.

L’occhio creativo dell’arte fotografica dove ho esposto diverse serie che ho realizzato negli anni e che non avevo mai mostrato; è stata una bellissima esperienza perché ho avuto la possibilità di farmi conoscere all’interno della comunità del paese.